Sanità, Bertola (M5s): “Dalla Giunta Cirio uno schiaffo ad Oss e utenti”

Parare negativo, oggi in terza Commissione regionale, alla proposta di legge (prima firma Giorgio Bertola) per riconoscere il ruolo di operatore socio sanitario.

La Regione Piemonte, a guida Lega, chiude la porta in faccia alle richieste degli OSS (Operatori Socio Sanitari) sull’introduzione di un elenco regionale. Parare negativo, oggi in terza Commissione regionale, alla proposta di legge (prima firma Giorgio Bertola) per riconoscere il ruolo di operatore socio sanitario. L’assessore Chiorino ha bollato come “inutile” questa proposta, nonostante sia nata proprio dalle richieste degli operatori e del Comitato Tecnico Scientifico auditi solo pochi mesi fa in Regione.

La Giunta Cirio nega quindi strumenti utile all’intero settore. L’elenco regionale degli operatori socio sanitari e degli enti accreditati per la formazione garantirebbe agli utenti prestazioni da parte di personale qualificato e, dall’altro lato, si consentirebbe la valorizzazione delle competenze di coloro che hanno ottenuto uno specifico attestato di qualifica al termine di un percorso di formazione.

Auspichiamo un ripensamento da parte delle forze di maggioranza già dall’esame che avverrà nei prossimi giorni in Commissione Sanità.

Concorso OSS 53 posti – Alessandria

Azienda sanitaria locale AL Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 53 posti di Operatore Socio Sanitario cat. BS così ripartiti:

  • 30 posti per l’ASL AL
  • 22 posti per l’Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” di Alessandria
  • 1 posto per l’ASL AT

di cui 16 posti riservati prioritariamente a volontari delle FF.AA., ai sensi del D.Lgs. n. 66 del 15.03.2010 e successive modificazioni, artt. 678 c. 9 e 1014 c. 1 e 4 (volontari in ferma breve e ferma prefissata e ufficiali di complemento in ferma biennale e in ferma prefissata), che risultino idonei alla prova.

REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE:

  • Attestato di qualifica per Operatore Socio Sanitario, conseguito ai sensi dell’art. 12 del Provvedimento 22.02.2001 della Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 19.04.2001 – Serie Generale;
  • Diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media) o assolvimento dell’obbligo scolastico, ovvero provvedimento di equipollenza del titolo conseguito all’estero e rilasciato dagli organi competenti.

I requisiti prescritti per l’ammissione al concorso devono essere tutti posseduti entro la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso.

VALUTAZIONE DEI TITOLI E DELLE PROVE

La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti
a) 40 punti per i titoli
b) 60 punti per le prove d’esame.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:
a) 30 punti per la prova pratica;
b) 30 punti per la prova orale.

I punti per i titoli sono così ripartiti:
a) 15 punti titoli di carriera
b) 8 punti titoli accademici e di studio
c) 2 punti pubblicazioni e titoli scientifici
d) 15 punti curriculum formativo e professionale.

BANDO COMPLETO 53 posti

Scadenza 30 giorni, successivi alla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, 4^ serie speciale concorsi. Si attende pubblicazione.

Concorso OSS 12 posti – Alba

Scadenza: 

In esecuzione della determinazione n. 903 del 21/08/2019 è indetto concorso pubblico per titoli ed esami, in conformità alla vigente normativa concorsuale, per la copertura a tempo indeterminato di 12 posti di Operatore Socio Sanitario cat. BS presso asl CN2.

Concorso pubblico Oss, 12 posti a Cuneo

Requisiti specifici di ammissione:

  • A) attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario, conseguito ai sensi dell’art. 12 del provvedimento 22/2/2011 della Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 19/4/2011 – Serie Generale;
  • B) diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media), ovvero provvedimento di equipollenza del titolo conseguito all’estero e rilasciato dagli organi competenti.

Ai sensi dell’art. 3, comma 4, del D.P.R. 220/2001, al fine di garantire una gestione rapida del concorso, in caso di ricezione di un numero di domane elevato, ci si riserva la facoltà di effettuare una preselezione, predisposta anche con l’ausilio di aziende specializzate in selezione del personale.